depurazione dele acque

Ossidazione biologica e depurazione delle acque reflue

Il trattamento biologico delle acque tramite l'impiego di pacchi preformati in PVC

L' Ossidazione biologica ottenuta attraverso processi di trattamento aerobico servono alla rimozione, dalle acque di scarico, della materia organica carbonacea ed alla loro nitrificazione. Il sistema più usato per la crescita di microrganismi di trattamento su una superficie di supporto è il cosidetto "Trickling filter" (filtro a percolazione); esso è composto da un letto di materiale molto permeabile sul quale nidificano i microrganismi.Sopra di esso, bracci spruzzatori distribuiscono l'acqua da trattare; essa attraversa lentamente questo "filtro" e fuoriesce verso il basso. Il materiale "filtrante" sul quale si depositano i microrganismi può essere di roccia o di blocchi formati da fogli in PVC preformati e modulari (riempimento). Questi ultimi sono normalmente impiegati per i filtri di percolazione ad elevata portata ed elevato carico biologico.

L'acqua trattata viene raccolta in un bacino dove vengono raccolti i solidi ed i liquidi. La configurazione dell'impianto permette, spesso, la circolazione naturale dell'aria che fornisce l'ossigeno necessario alla flora batterica.Il liquido raccolto passa poi ad una vasca di sedimentazione per la separazione della parte solida. La melma biologica risultante dal processo verrà poi lavorata in una unità idonea separata.Una parte del liquido trattato viene inoltre prelevato ed utilizzato per diluire l'acqua entrante e per tenere umido lo strato di limo biologico che si forma sul supporto del percolatore.

La materia organica contenuta nell'acqua da trattare viene degradata dai microrganismi presenti sulla superficie del riempimento i quali danno vita allo "strato biologico" (o limo biologico). La crescita dei microrganismi aumenta lo spessore dello strato biologico e l'ossigeno diffuso viene consumato in superficie prima che raggiunga il fondo dello strato dove l'ambiente diventa anaerobico. La materia organica viene metabolizzata prima di raggiungere gli organismi presenti sulla superficie del riempimento che, passando ad una fase di crescita endogena, non sono più in grado di aderire al riempimento. L'acqua quindi li rimuove ed inizia così la crescita di un nuovo strato. La dinamica di questo fenomeno dipende dal carico organico e dal carico idraulico, solitamente mantenuto sotto controllo per mantenere uno spessore uniforme di limo biologico.

Il riempimento sintetico ONDA è costituito da una serie di fogli sagomati in PVC di alta qualità: vengono assemblati con la sagoma invertita ogni due fogli ed incollati per formare moduli standard con dimensioni di 2400 x 600 x 600 mm. assicura un'ottima distribuzione dell'acqua, permettendo il massimo utilizzo delle superfici di contatto, aumentando il rendimento.

Per i filtri a percolazione ad elevata portata, la sagoma (o ondulazione) è di 27 mm con una superficie specifica superiore a 100 m2/m3. La sagoma favorisce la crescita del limo biologico ed il tempo di mantenimento. Anche la bugnatura della superficie, prevista come rinforzo strutturale del riempimento, contribuisce allo sviluppo del limo. Grazie alla minor tendenza al bloccaggio di questi blocchi (indice di vuoto del 97%) rispetto ai riempimenti tradizionali (indice di vuoto del 50-60%), il nostro prodotto ha trovato impiego nei filtri a percolazione ad elevata portata ed elevato carico.

Con l'ondulazione di 27 mm (Onda 27) gli spessori del foglio disponibili sono di 500 - 600 e 700 μm. Laddove vi sia la necessità di rinforzare il blocco è previsto l'inserimento di fogli piani supplementari. Inoltre è possibile fornire i blocchi sagomati a misura per facilitare il posizionamento all'interno del percolatore. Certe applicazioni, come il potenziamento di filtri a percolazione a base di roccia, possono impiegare il nostro riempimento sintetico per ottenere un maggiore rapporto superficie/volume. Tuttavia, al fine di favorire l'aerazione degli strati bassi del percolatore, nel caso in cui sia previsto un sistema di diffusione di ossigeno tramite ugelli installati sul fondo, è consigliabile comporre l'ultimo layer del riempimento con moduli di ondulazione pari a 50 mm (Onda 50).

Per applicazioni di basso carico (mini-sistemi) e per applicazioni di nitrificazione dove lo strato biologico è molto più fine, si può impiegare il riempimento serie Onda 9 - Onda 13 Onda 20, ed in conseguenza aumentare la superficie disponibile per volume di biofiltro. Rispetto ad altri modelli di riempimento i corpi modulari permettono di utilizzare un sistema di supporti più semplice ed economico. Rispetto ai tradizionali riempimenti in pietrisco la leggerezza dei pacchi Onda consente di concepire dei letti percolatori di notevole altezza.

ONDA 9

ONDA 20

ONDA 50

ONDA 13

ONDA 27